Collegare tablet e smartphone al server locale

mampSviluppare un sito web, oggi, significa progettarlo prima di tutto per le periferiche mobili (se avete dei dubbi, questo libro li cancella tutti). In fase di sviluppo, quindi, è indispensabile testare i propri progetti sul maggior numero possibile di periferiche. Ovviamente, non è necessario caricare i file direttamente sul server remoto. Si può tranquillamente sviluppare in locale. Continua a leggere

Bloccare gli accessi indesiderati con .htaccess

Quello della sicurezza è un problema fondamentale da affrontare quando si mette in opera un sito web.
Quando, poi, si lavora con un CMS open source, come Joomla! o WordPress, la questione diventa più impellente, dato che i bug vengono periodicamente resi pubblici.

Oltre ai tentativi di intrusione diretta da parte di hacker senza altri modi di impegnare il tempo, spesso bisogna affrontare il problema di robot e spider.

Prelievo di dati (come indirizzi email) non autorizzato, commenti spam, iscrizione di nuovi utenti inesistenti, possono dare più noie di quanto si possa immaginare, indipendentemente dalle finalità che si propongono.

Una delle soluzioni che si prospettano è quella di utilizzare il file .htaccess di Apache per inibire gli accessi non desiderati in base ad una serie di parametri, quali il nome del dominio di provenienza della richiesta, o l’indirizzo IP.
Continua a leggere

Istallare un CMS in locale

Un paio di amici mi hanno chiesto consiglio sul software da istallare per provare in locale i vari CMS. Ho appuntato qualche nota e ne faccio un post qui.

Prima di tutto, va istallato un server. Tra i vari disponibili, mi sembra un’ottima soluzione quella offerta da Apache Friends, ossia Xampp, un pacchetto tutto-incluso che offre:

  • Apache 2.2.8
  • MySQL 5.0.51a
  • PHP 5.2.5 & PHP 4.4.8
  • PhpMyAdmin 2.11.4
  • FileZilla FTP Server 0.9.25
  • Mercury Mail Transport System v4.52
  • OpenSSL 0.9.8g

Scaricate il vostro pacchetto Xampp.

Istallate Xampp selezionando anche i servizi Apache e MySQL:

xampp

La prima cosa da fare, prima di cominciare a lavorare sui vostri progetti, è cliccare sul link “Sicurezza” che appare nel menu di sinistra della vostra pagina di benvenuto di Xampp (all’indirizzo http://localhost). Selezionate il link consigliato e inserite una password per il database.

Leggere la guida qui che si trova sempre qui.

Una volta terminata l’istallazione, la pagina iniziale dei servizi è accessibile all’indirizzo http://localhost, mentre la cartella dove archiviare i files è c:\xampp\htdocs (se usate Windows).

Adesso avete un server sul vostro computer.

A questo punto potete istallare Joomla!

Scaricare joomla! 1.5.2

Decomprimere il pacchetto in una cartella (chiamiamola joomla) e collocatela in c:\xampp\htdocs

Digitare nella barra degli indirizzi del browser http://localhost/joomla

Seguite le istruzioni per l’istallazione, facendo attenzione alla configurazione del database

joomla

Dopo aver inserito le informazioni relative al database, dovrete scegliere una password da amministratore per Joomla!, ricordando che non è la stessa che avete scelto per il vostro database MySQL

Rimuovere la cartella installation.

Semplicissimo!

Ora, già che ci siete, istallate anche Drupal.

Scaricate Drupal 6.2.

Create il database del sito (chiamiamolo per semplicità drupal) andando nel vostro PhpMyAdmin, passando dalla pagina principale di Xampp (http://localhost), oppure direttamente dall’indirizzo http://localhost/phpmyadmin

Una volta creato il database, decomprimete l’archivio contenente Drupal e collocatelo in una cartella (chiamiamola drupal) all’interno di c:\xampp\htdocs.

A questo punto, basta digitare nella barra degli indirizzi del vostro browser http://localhost/drupal e si parte con la configurazione.

Attenzione a inserire i dati corretti. Se avete usato gli stessi nomi usati in questo post per il database e il relativo utente, vi troverete in questa situazione:

drupal

Ancora un paio di semplici passaggi, e Drupal è pronto per l’uso.

Have fun… 😉