Joomla! 1.6 beta1: prime impressioni

L’annuncio è di ieri: è disponibile la beta1 di Joomla! 1.6.

Molte e attesissime le novità introdotte dalla nuova release. Prima di tutto un nuovo sistema di gestione dei privilegi degli utenti (ACL) e una nuova architettura dei contenuti.

Ma non solo: le nuove features riguardano anche la possibilità di aggiornare con un solo click le estensioni presenti e una nuova struttura dei template.

Per quanto riguarda la gestione dei privilegi, il pannello di amministrazione offre tre schede:

  1. users
  2. groups
  3. access levels

Le relative funzioni sembrano abbastanza intuitive.

Visto lo strepitoso successo del mio vecchio post sulla gestione degli utenti in Joomla 1.5, mi riprometto di scrivere un nuovo tutorial sulla gestione degli utenti in Joomla 1.6, magari pubblicandolo come articolo di apertura del mio prossimo blog 😉

Qui vi propongo solo alcune immagini della beta1. Ma riparleremo presto di J1.6

Corso Joomla di JooCode

Da alcuni giorni è attivo il Corso Joomla di JooCode, di Flavio Copes.

Il corso si presenta come un’opportunità per tutti coloro che vogliono avvicinarsi per la prima volta al CMS e anche per chi ne è già utente e voglia approfondirne la conoscenza.

Il corso è anche un’occasione per mettere ordine nella gran mole di materiale disponibile in rete, ma non organizzato in modo da essere pienamente fruibile da tutti.

È poi c’è la guida del team di Flavio, che tra l’altro seguo da molto per la sua competenza (non solo su Joomla).

Insomma, Corso Joomla è un’occasione per chi voglia lavorare seriamente su uno dei CMS più apprezzati del momento.

Danone usa Joomla

Grazie ad una segnalazione di jfoobar, scopro che il gruppo Danone ha scelto Joomla come CMS per il proprio sito web.

Il sito è davvero notevole, soprattutto per l’aspetto grafico.

Non mi sembra eccessivamente complesso, invece, per quanto riguarda l’organizzazione dei contenuti ed eventuali extensions. Insomma, sfrutta prevalentemente le funzioni core di Joomla.

danone

Novità su Joomla 1.6

Annuncio importante dal blog della community di Joomla!: i prodotti del team di JXtended potranno essere incorporati nel core di Joomla! 1.6.

Che significa? Essenzialmente che potremo aspettarci

  • un sistema di gestione dei commenti
  • un notevole miglioramento del controllo degli accessi
  • la possibilità di creare categorie annidate senza nessun limite
  • miglioramenti nel framework

Credo che basti per aspettare con un po’ d’ansia Joomla! 1.6.

Un modo creativo di usare il feedreader di Joomla

Per esperienza diretta, posso dire che qualche volta può presentarsi la necessità di accedere a dati esistenti su un database esterno a quello di Joomla.

Per chi lavora col framework di Joomla, non ci sono grossi problemi. Basta accedere al database seguendo queste linee guida.

Non necessariamente, però, l’accesso ad un database esterno è la soluzione migliore. Se non conoscete il framework di Joomla, ad esempio, potrebbe essere difficoltoso seguire questa strada.

Se, comunque, conoscete un po’ di Php, HTML e CSS, allora Joomla 1.5 vi offre una soluzione alternativa: il componente newsfeeds.

Come sapete, il com_newsfeeds è un componente integrato in Joomla, ed è sempre presente in tutte le istallazioni del CMS.

Partiamo dal presupposto di avere a disposizione un feed che legga i record del database che vi interessa. E partiamo anche dal presupposto che conosciate bene il funzionamento del com_newsfeeds.

Facciamo, poi, un’altra premessa: con Joomla 1.5 è possibile fare l’override della view dei componenti predefiniti, tra cui vi è proprio il com_newsfeeds. Fare l’override della view di un componente significa cambiare il modo in cui questo componente viene visualizzato nel front-end del sito.

Cosa sia e come si proceda all’override della view di un componente, lo trovate ottimamente spiegato qui.

In questo post ci limitiamo a modificare la view del componente newsfeeds.

Scaricate, via FTP, il file default.php che si trova nella cartella

components/com_newsfeeds/views/newsfeed/tmpl

Questo file dovrà essere modificato e poi caricato, sempre via FTP, in una cartella che andrete a creare all’interno della directory del vostro template in uso, in modo che il percorso del file modificato sia questo:

templates/mio_template/html/com_newsfeeds/newsfeed/default.php

Senza apportare alcuna modifica al file default.php, la vista da front-end del componente non subirà alcuna modifica. Tuttavia, abbiamo premesso che andremo a modificare il file, perchè non ci basta una semplice lista non ordinata per formattare i nostri feed. Vogliamo di più 🙂

Dopo aver scaricato il file sul vostro computer, apritelo con il vostro editor preferito (basta anche il semplice blocco note) e individuate il seguente codice:

Listato del file default.php

Come vedete, si tratta della riga di una tabella, all’interno della quale viene generata una lista non numerata.

All’interno della lista verrà creato un item per ogni elemento del feed. L’array $this->newsfeed->items viene fatto girare tante volte quanti sono gli elementi da visualizzare. Ad ogni ciclo viene generato il link al contenuto originale ($item->get_link()), il titolo dell’elemento ($item->get_title()), la descrizione dell’elemento ($item->get_description()).

Quindi andiamo ad apportare le modifiche che ci interessano, magari senza usare le liste, oppure modificandole semplicemente con soluzioni più gradevoli.

Io ho semplicemente sostituito la lista con una <div> e uno <span>, ed ho aggiunto un link “leggi tutto…” (ovviamente, dovrete prima definire la classe nel file css del template).

Il listato del nuovo file default.php

A questo punto non vi rimane che caricare il vostro file default.php nella cartella

templates/mio_template/html/com_newsfeeds/newsfeed/default.php

tenendo a mente che, in ognuna delle cartelle che avete creato, va sempre messo un file index.html con questo codice:

<html><body bgcolor=”#FFFFFF”></body></html>

In questo modo potrete accedere a dati esterni al vostro database ovunque vi sia un feed e organizzarli graficamente come meglio credete.

Ed ecco cosa ho ottenuto nel sito dove ho praticato questo override:

override

Mi sembra un bel modo di visualizzare un feed.

Nei prossimi giorni farò delle prove con i feed di alcune webapps, come Flickr, delicious, ecc. Ovviamente, vi farò conoscere l’esito delle prove.

P.s.: ringrazio Donatello per avermi messo a disposizione il feed di cui avevo bisogno