Google Visualization API

ioProgrammo di giugnoNel numero di giugno di ioProgrammo, in edicola in questi giorni, presento ai lettori della rivista un’introduzione alla Google Visualization API.

Il tema generale in cui si inserisce l’articolo è quello della data visualization, ossia quell’insieme di teorie e tecniche che si occupano della rappresentazione di dati grezzi in forma grafica.

L’attualità del tema è fuori discussione. A occuparsene di recente sono stati anche webzine e blog blasonati, come Smashing Magazine, Think VitaminNoupe, Creativity Den, e altri ancora.

E ora, in lingua italiana, ioProgrammo…

Data la linea editoriale della rivista, l’articolo non è teorico, piuttosto si propone come guida pratica all’utilizzo della VisAPI e si arricchisce di una serie di esempi, dal più semplice al più avanzato, che conducono il lettore alla scoperta del servizio.

L’articolo, quindi, prende avvio dalla distinzione tra Google Chart API e VisAPI, la prima statica e di più immediato utilizzo, la seconda dinamica e interattiva, ma decisamente più complessa.
Viene illustrato un primo semplice esempio di visualizzazione, per procedere poi con un accesso ai dati di un Google Spreadsheet.
Nella seconda parte dell’articolo introduco il Query Language di Google, linguaggio di comunicazione che permette di in interrogare svariate origini dati.

L’argomento è decisamente complesso e il servizio di Google ricco e accompagnato da una “ponderosa” documentazione. L’obiettivo che mi sono prefisso, dunque, è quello di gettare le basi del discorso e invogliare il lettore ad approfondire autonomamente.

Buona lettura!

Annunci