Twitter, Yahoo! e le geo-tecnologie

Per gli sviluppatori web, come spesso accade ultimamente, la notizia del giorno la fa Twitter. Da alcuni giorni sono disponibili due nuovi metodi dell’API che permettono di individuare i “trending topics” legati ad una data località e, all’inverso, le località per cui si dispone di “trending topics”.

I due metodi sono trends/location e trends/available.

Per entrambi i metodi è rilevante il WOEID di Yahoo! (Where On Earth ID), che non è altro (pare poco) che un identificatore unico per ogni area del pianeta.

Il metodo trends/location, infatti, lo richiede come parametro obbligatorio, mentre il metodo trends/available restituisce una serie di WOEID nella risposta XML o JSON.

La notizia si è diffusa alla velocità della luce: chi volesse approfondire, trova molto materiale su Programmable Web.

Il tutto diventa ancora più interessante se le nuove features dell’API di Twitter si vanno a inserire nel giusto scenario d’uso. Da diversi mesi, infatti, sempre Yahoo! ha pubblicato una nuova API, Yahoo! Placemaker, che consente di ricavare dati geografici corretti, con tanto di WOEID, da testi o pagine web in cui compaiono nomi di località geografiche.
Cioè, se in un post io scrivessi… “stamattina sono andato a Roma, passando per Firenze”, passando all’API il permalink del post, otterrei una risposta XML o RSS con tutti i dati necessari ad individuare le due località (ne parlava anche Read Write Web).

I dati, a questo punto, potrebbero essere passati a Twitter per ottenere i “trending topics” (con tanto di URL) dibattuti di più a Roma e Firenze.

Ma non basta. Il WOEID di una località può essere passato a tutte le API di Yahoo!, Flickr compreso.

Allora, un analogo mashup potrebbe permetterci di ricavare le foto più recenti o più popolari delle località che appaiono nominate nel nostro post. Basterebbe passare all’API la URL:

http://api.flickr.com/services/rest/?method=flickr.photos.search&api_key=…&woe_id=…

Per ognuna delle località individuate.

Ah, dimenticavo…

All’API di Yahoo! Placemaker si può accedere anche via YQL.

Annunci

2 thoughts on “Twitter, Yahoo! e le geo-tecnologie

I commenti sono chiusi.