Bluefish

Se doveste decidere di non usare un editor a pagamento, come Dreamweaver, quali sono le soluzioni che adottereste?

Ho provato per un po’ ad usare Kompozer (il vecchio NVU), ma non l’ho mai gradito.

bluefish

Nei giorni scorsi ho scoperto, un po’ per caso, un ottimo editor testuale per sistemi Linux che lavora benissimo anche con Php: Bluefish. Il motivo per cui mi è piaciuto subito è la disponibilità di un menu che consente, con un click, di inserire al volo del codice, senza star lì a digitarlo:

iterate

La voce “Iterate over Array”, ad esempio, genera il seguente codice:

foreach ($mioarray as $key => $value) {

}

Inoltre, è estremamente semplice inserire le classiche scorciatoie da tastiera. Se volete inserire, ad esempio, questo codice con un rapidissimo CTRL+i, basta posizionare il mouse sulla voce di menu e digitare la combinazione di tasti. Immediatamente la voce di menu cambia così:

iterate

Per eliminare la combinazione di tasti, basta posizionarsi di nuovo col mouse sulla voce di menu e premere backspace (vedi la documentazione).

Insomma, mi piace 🙂

Annunci

4 thoughts on “Bluefish

  1. Io mi sono ormai innamorato di Notepad++ e non lo abbandono. Da un paio d’anni per i progretti più complessi però uso Aptana Studio (gratuito).

    Però ricordo, quando parecchi anni fa ho lavorato come sviluppatore Java in una azienda, usavamo delle funzionalità di text expanding del Sun Java Studio che erano ancora più comode dei menu che descrivi.

    Molti IDE di sviluppo avanzati hanno queste funzionalità.

    In pratica mentre stai scrivendo il codice, digitando delle apposite abbreviazioni seguite da un carattere particolare l’editor richiama snippets di codice intelligente e te li sostiuisce

    esistono soluzioni gratuite simili che funzionano ovunque, in qualunque editor di testo

    una di queste è Texter per Windows:

    http://lifehacker.com/software/texter/lifehacker-code-texter-windows-238306.php

    ciao!
    _V

I commenti sono chiusi.