Joomla e Drupal: alcuni plugin indispensabili

Come più volte ho detto su questo blog, sebbene molti facciano raffronti, secondo me i due CMS più diffusi non sono comparabili, in quanto, data l’architettura profondamente diversa, si prestano ad utilizzi ben distinti.

Se si decide per Drupal, evidentemente si ha bisogno di un’architettura flessibile e ben articolata, dove le relazioni tra categorie e sottocategorie non siano rigide, dove l’etichettatura dei contenuti sia chiara e semplice da gestire, dove, magari, si necessita di creare molteplici livelli di privilegi per i propri utenti, al limite individualizzati.

Se queste sono le vostre necessità. Drupal fa al caso vostro. Allora, i moduli di cui peronalmente non riesco a fare a meno sono:

  • Content Construction Kit: come si può intuire dal nome, il modulo CCK consente di creare e gestire un numero indefinito di campi all’interno dei vostri contenuti. Con il CCK si può creare un catalogo, una bibliografia, un elenco di qualunque tipo, oppure, utilizzandolo assieme ad altri moduli, anche una gradevolissima galleria di immagini. Assolutamente indispensabile!
  • Views; questo modulo consente di aggregare i contenuti del vostro sito nei modi più personali. Per la massima resa, va utilizzato assieme al CCK. Anche questo è assolutamente indispensabile!
  • Taxonomy access lite: con il Tac lite è possibile riservare l’accesso ai contenuti etichettati con un certo tag ad un determinato gruppo di utenti. Assolutamente indispensabile per chi ha bisogno di gestire in modo avanzato i privilegi degli utenti.
  • Front: consente di personalizzare al massimo la vostra home page. Molto utile.

Diverse sono le necessità che possono condurvi a scegliere Joomla!. Prima di tutto, l’immediatezza nell’utilizzo. Joomla! è davvero semplice da utilizzare.
Ma, ovviamente, la semplicità d’uso non può essere l’unica caratteristica che porta a scegliere un CMS. Probabilmente, la caratteristica principale è l’enorme disponibilità di extensions che consentono, a chi amministra il sito, di aumentarne a dismisura la funzionalità, senza penare più di tanto.

Altro punto di forza è, senza dubbio, la sterminata disponibilità di template, gratuiti e non, che consentono di creare un sito dal forte impatto comunicativo.

Rimane il fatto che Joomla! non si adatta a siti in cui l’architettura dell’informazione sia gerarchizzata su molti livelli e/o si debbano gestire in modo avanzato i privilegi degli utenti.

In ogni caso, se Joomla! è la vostra scelta, potreste anche non aver affatto bisogno di extentions o, comunque, non dovrebbero servirvene molte, visto che il CMS è già abbastanza completo di per sè. Va sottolineato, inoltre, che è bene non abusare con l’istallazione di software di terze parti, soprattutto perchè potrebbero aprire la porta ad intrusioni non desiderate (di questi tempi, è bene stare molto attenti alla sicurezza del vostro CMS).

In ogni caso, ecco la mia wish-list:

  • Community builder: è senza dubbio il più avanzato e complesso componente per la creazione di un social network basato sulla vostra piattaforma Joomla!. Se siete interessati, un po’ di tempo fa avevo anche preparato delle slide.
  • Joomla! eXplorer: questa ottima extension consente la gestione dei file del vostro sito direttamente dal back-end di Joomla!. Indispensabile per amministrare il vostro sito da postazioni diverse.
  • docman: indispensabile per gestire documenti in ogni tipo di formato.

Dall’elenco ho volutamente escluso le extentions utili a mettere in opera dei siti per il commercio elettronico. A mio modesto parere, è meglio utilizzare un CMS ad hoc.

Annunci

2 thoughts on “Joomla e Drupal: alcuni plugin indispensabili

I commenti sono chiusi.