Esternazioni non pertinenti

Questo ponderato commento di Giovanni Boccia Artieri su un’intervista ad Aldo Grasso, mi fa tornare alle mie considerazioni di qualche post fa, quando affermavo, a proposito della polemica pro-contro Second Life, che

Gli entusiasti (quasi sempre residenti) hanno magnificato le opportunità di business (e non solo di business) del metaverso, mentre molti osservatori esterni (quasi mai residenti) hanno fortemente criticato SL.

Rinvio al post citato per le considerazioni di Grasso sulla blogosfera. Mi colpisce la raffinata definizione che GBA usa per il nostro:

Aldo Grasso è un civilizzatore, non un indigeno

Roberto Moroni, su nova100, è più spiccio:

da anni non leggevo un così clamoroso pastone di scemenze e banalità sull’argomento “BLOG”

… ed altro ancora.

La discussione è interessante non per le cose dette da Grasso, ma perchè una fonte autorevole (Grasso) esterna opinioni che denotano un’assoluta incomprensione del sistema della blogosfera. Grasso dimostra di non avere idea dei concetti di order from noice, ant colony, reputazione, ecc. ecc.

Trovo, nelle opinioni di Grasso, l’ennesima conferma alle parole di Nichlas Luhmann:

I mass media diffondono l’ignoranza sotto forma di dati

… e di opinioni.

Annunci