Branding virtuale: tra web e metaverso (terza parte)

Un’idea che potrebbe sembrare di facile realizzazione e di costo molto ridotto, per chi volesse farsi vedere in SL, potrebbe essere quella di piazzare qua e là cartelloni pubblicitari, magari col link al proprio sito web: niente di più sbagliato! Come dice Kzero, “se funziona nella RL, non è detto che funzioni nella SL” e, aggiungiamo noi, nel Web. Prendiamo ad esempio proprio i cartelloni pubblicitari. Nella RL hanno una funzione precisa: richiamare alla mente delle persone il nome di una marca o di un prodotto mentre si trovano nel traffico, in una stazione ferroviaria, alla fermata di un autobus, ecc. In SL, però, non ci sono file, attese e traffico. Non si prende il treno per muoversi da una location ad un’altra. Chi vuole essere presente in SL, non può farlo con un semplice cartellone pubblicitario, ma dovrà seguire nuove linee di condotta:

  • può partecipare, col suo pubblico attuale e (soprattutto) potenziale, alla creazione e allo sviluppo di comunità di utenti;
  • può creare esperienze memorabili nell’utente;
  • può chiamarlo a partecipare attivamente agli eventi che organizza, dandogli la possibilità di farzi apprezzare dal resto della comunità favorendo meccanismi democratici di riconoscimento e reputazione;
  • deve offrire all’utente ciò che questi cerca nel mondo virtuale;
  • deve interagire direttamente e attivamente col pubblico.

Il discorso fatto fino ad ora, può essere allargato, senza difficoltà, ad altre piattaforme partecipative, come YouTube e Flickr. Come nel caso di SL, sarebbe assolutamente inutile pubblicare dei video o dei set di immagini se non si assorbono prima le dinamiche comunitarie delle rispettive piattaforme. Un esempio recentissimo di campagna studiata per le piattaforme 2.0 è quella organizzata da Google per il servizio di posta elettronica Gmail. Dopo aver acquistato YouTube, Google ha aperto “The official Google Channel” ed ha invitato i suoi utenti ad inviare degli spot video per promuovere Gmail. Alla fine sono arrivati oltre 1160 video, e il risultato è questo: continua …

Annunci