Generazioni e media

Rispondo ad un post di Fabio Giglietto su next-media

La domanda è “Se tu pensi alla tua storia personale quali prodotti mediali (film, libri, fumetti, musica, videogiochi, programmi televisivi o radiofonici) ti hanno segnato di più?”.

Visto che c’è dietro una ricerca seria, ripropongo la domanda qui, invitandovi a rispondere sia su questo blog, che su quello di Fabio.

Come quelli della mia età, 36 anni, sicuramente vado con la testa alla fine dei ’70 e a tutti gli anni ’80. Tra i prodotti mediali del periodo, trovo difficile dire cosa mi abbia segnato di più. Sicuramente, alcuni mi sono rimasti più impressi di altri. Senza dubbio, i robot giapponesi (i miei preferiti erano Goldrake, Jeeg e il Grande Mazinga), che vado ancora a cercare in Rete.

Altra passione fu Spazio 1999, ma non come i cartoni di Go Nagai.

Anche i fumetti hanno avuto un ruolo centrale. Sono stato un divoratore di fumetti per anni, da Topolino, a Tex, dalle Sturmtruppen a Handy Cap. E i Marvel? Tutti! E, infine, i più recenti Dylan Dog e Natan Never.

Molto ha influito anche la musica. I miei preferiti erano i Dire Straits, ma di nomi potrei farne moltissimi, quindi mi fermo ai primi. Però non dimentico Cindy Lauper

Annunci

3 thoughts on “Generazioni e media

  1. Pingback: FG on next-media & society » Blog Archive » Io, Zak e il Dr. Fred Edison

I commenti sono chiusi.